Select Page

Il fare arte potrebbe nn dire nulla in se
se nn accompagnato da un sogno che conduce nel viaggio in se

il viaggio in se\'

allora il fare prende senso forma piacere dolore il colore sottolinea gli stati d animo
si sale e poi si scende nn esiste solo il segno positivo
nella forma della curva che descrive le ns vite
cmq per poter raccontare il viaggio in se’ si devono utilizzare linguaggi e tecniche espressive più o meno impegnative
il disegnare dipingere programmare prendere appunti per poi filmare e/o fotografare
mischiare pigmenti per ottenere quel colore e nn altri
perché e’ quello il colore che si e’ visto in sogno e nn un altro perché e’ quella l immagine o il suono che ci piace e nn altri

attribuisco
alla frase che lessi in un catalogo del surrealista Masson
quando ero ragazzo e questa mi aveva traumatizzato la ripetevo ogni giorno da allora seppi che ogni giorno che sarebbe passato avrei perso un soldato di un esercito il cui numero totale era esattamente equivalente ai giorni della mia creatività
cosi da quel tempo presi coscienza che tutto quello che avrei potuto fare stava in me e nella mia volonta’
la volonta’ ti plasma ti trasforma ti rende diverso e qualche volta ti allontani dal mondo senza saperlo e vieni frainteso

il “fare” assedia ti chiude ti spinge ad andare oltre ti suggerisce di superarti di nn smettere di conoscere di capire
di collegare tutto quello che stava prima con quello che e’ ora

per comprendere in questo cambiamento anche te stesso

in questi giorni mi sto esercitando nella tecnica “HDR”
un po complicata ma molto poetica
questa tecnologia la potremmo vedere nella prossima generazione di video a schermo piatto
perché sarà applicata ai video mpg

ho ricevuto gentilmente da Brightsidetech il codec hdr jpg e mpg
lo applicherò al video “Uranio” che e’ in sviluppo

per ora inserisco due immagini di questa sera

tramonto expo genova

sera expo genova autunno 06