Select Page

La metafora della rete

“il lupo perde il pelo ma nn il vizio ”

la rete fa regredire

e’funzionale al masochismo

la rete e’ alchimia  trasforma la favola  in  incubo

quello che si cerca e’quello che gia si conosce cosi si cerca una  tortura sempre piu raffinata

basta osservare le citta’per capire tutto

per distruggere il comunismo e’servito un supermercato

al 3 mondo bastano i video youtube i social nulla di  facebook e twitter

il livello intelletuale del dopo la cura si evince dai risultati ottenuti

la merce umana viene preparata e  lavorata fin dall infanzia in ogni angolo della terra omogeneita’di gusti e apsettative

e per chi si dissocia ? o cerca di trovare altre forme di vita ?

per quelli ci  “arrivano i  Ns ”

ragazzi  degradati a pagliacci  idioti  domandano i diritti e liberta’

saranno esauditi se il diritto e la liberta’ sono di distruggersi e distruggere

ho sentito una pubblicita

un bimbo che esultante  ma senti un po questa

”mio padre ha lo smartphone lavora anche quando mi porta in giro  si vede che mio padre e’ un grande”

benvenuti allora

qui i cretini sono sempre alla telvisione e in rete