Select Page

la guerra e’ la disintegrazione di ogni comunità storica
la guerra contemporanea si muove nn solo per distruggere l esercito avversario
ma soprattuto per demolire tutto quello che ancora può esistere nella comunita’ civile
in forma di legame tra le persone di una stessa comunità
cosi
il legame ininterrotto dalla preistoria fino ad oggi
il legame antropologico viene meno

si dissolve sotto i razzi intelligenti
e la carita’ del dopo l orrore

nelle comunità neolitiche
la morte di un avversario doveva essere reintegrata da un elemento
della comunità avversaria
il sangue doveva essere reintegrato da altro sangue
parole che danno i brividi oggi
nella desolante solitudine delle societa’ occ

la societa di mercato e’ spietata perché concorrenziale e nn il contrario

nn si prevede perciò nessuna forma di solidarietà immediata
l individuo deve rimanere solo davanti ai racket che lo comandano e lo sfruttano

che fanno parte del collettivo del folclore e dell armonia
le societa occ
devono in qualche modo disintegrare nel tempo più breve ogni forma
di prossimità nelle comunità
il mezzo la strage

la solidarietà e’ l latra faccia della stessa strage
questa e’ alle dirette dipendenze degli eserciti
infatti il suo intervento può iniziare solo dopo il primo orrore compiuto dall esercito
e nn prima
questi hanno il compito di dividere definitivamente
il sangue di chi si e piegato da chi nn lo ha ancora fatto