l inutilita’ dell impegno utilita’ della ricerca del nuovo impegno

Le scelte politiche delle societa’ democratiche dovrebbero per loro stessa natura essere controllate

dalla base attraverso discussioni incontri comitati ecc

invece questo nn accade e a controllare in definitiva sono gli stessi che poco prima hanno emanato le leggi
ormai questa consuetudine e’ cosi radicata che a nessuno verrebbe minimamente in mente

di mettere in dubbio la sincerita’ e il disinteresse dei politici e amministratori
anzi il solo pensiero espresso ad alta voce che possa solo assomigliare ad una critica

viene percepito come un intollerabile disturbo delle quiete pubblica cosi impegnata

a dirimere problemi mondiali e locali fino a le scelte piu difficili del tipo quale shampoo uso per i capelli?

quale cellulare per l estate?

il mondo e’ in salvo allora

se i massimi pensieri sono questi
io invece credo
che il mondo e’ in fiamme

il clima e’ impazzito

le industrie in pochi decenni sono in pratica al controllo del mondo conosciuto

e dove nn arriva il loro controllo qualcuno sta lavorando da tempo per ovviare alla lacuna

cosi si inventano terrorismi

cattivi governi

i mostri spuntano ad ogni latitudine se a governare nn sono ancora la banda delle felicita’ in terra

i cartelloni pieni di sorrisi sono il segnale che tutto fila liscio

che la felicita’ e’ arrivata anche li

e da questo esatto momento nn si ode piu una sola voce fuori dal coro tutto

viene amministrato con dovizia

gli stessi portavoce della critica dopo qualche anno diventeranno i futuri sindaci parlamentari e assessori

quindi si dovrebbe pensare

questo e’ il migliore dei mondi possibili ?

Comments are closed.