Select Page

I padri della chiesa hanno chiamato dannose le parole mio e tuo

e dichiarato che la proprietà privata e’ un usurpazione e un furto
hanno condannato il possesso di beni perché secondo il divino diritto naturale la terra e’ comune a tutti gli uomini
e perciò produce i suoi frutti per il comune uso di tutti
insegnarono che soltanto l avidità conseguenza del peccato originale
propugna il diritto al possesso e ha creato la proprietà particolare

furono abbastanza umani anti scambisti da considerare in genere la attività economica
un pericolo per la salvezza dell anima cioè per lo spirito di umanità
odiavano il denaro e gli affari e chiamarono la ricchezza capitalistica il combustibile del fuoco infernale
disprezzarono cordialmente la fondamentale legge economica per cui il prezzo risulta dal rapporto fra offerta e domanda e condannarono l utilizzazione della congiuntura come cinico sfruttamento delle strettezze del prossimo
secondo loro esiste un sfruttamento ancora più delittuoso
quello del tempo
l amara consuetudine di farsi pagare per il solo scorrere del tempo un premio cioè l interesse o usura
e di abusare in tal modo del tempo istituzione universale e divina a vantaggio di uno e a danno del altro

quegli spiriti umani ebbero a schifo l idea di un automatico aumento del denaro
compresero tutte le speculazioni e il gioco degli interessi nel concetto di usura
e dichiararono che ogni ricco e un ladro o l erede di un ladro
e andarono anche più in la considerarono come Tommaso di Aquino
attività vergognosa qualsiasi commercio il puro affare commerciale compra o vendita con riscossione di un utile
ma senza lavorazione senza miglioramento del bene economico nn erano disposti di stimare granche il lavoro per se stesso
dato che nn e un soggetto etico ne religioso ma si effettua al servizio della vita e delle economia
vollero che la condizione del vantaggio economico e misura della rispettabilità fosse l attività produttività
onorevoli erano per loro l agricoltore l operaio nn il commerciante nn l industriale volevano infatti produzione si regolasse sul bisogno e detestavano la produzione in massa
ebbene
tutte queste massime e misure economiche

sono state dimenticate dalla chiesa di Roma?

ma allora la chiesa ora ha in se nuovi padri che hanno negato
segretamente i vecchi ma hanno reso note pubblicamente le nuove massime e misure economiche
con le quali il nuovo cristiano si deve saper regolare ??
la schiavitù al servizio del nuovo nuovo mondo infernale ?

il tempo presente ?