Select Page


Pensiero nn rivisto o corretto

e inattuale

Le guerre per la costruzione
dell impero democratico globale

sono un bene o un male ?

i popoli democratici sono coscienti delle guerre e del progetto ?

conoscono il fine del progetto ?

la guerra finira’ un giorno ?

e quel giorno cosa dovra’ nascere ?

quale umanita’ dovra’ formarsi ?

cosa si ri costruira’?

quale sara’ la futura morale ?

quale civilta’ ?

a cosa sono servite  piu di 150 anni di guerre

oggi si puo solo sentire un indistinto un unico grido
lontano e vicino insieme continuo incessante

il suono in prevalenza e’ composto nn da voci umani

sono

il frutto di diffusione audio vidieo device multimediali
radio musica video televisioni

che danno ordini continui impongono stili

comunicano il bene e il male

un suono
registrato e diffuso

nelle citta’

solo l apparato di diffusione centrale nei vari stati ha l autorizzazione
di trasmettere ORDINI
in camuflage

attraverso

l ultimo disco o l ultimo film nn e’ che un ordine sotto forma prodotto
pseudo nazional popolare

il suono ripete indistintamente

i motivi per cui noi siamo in guerra con il nemico

l umanita’ si divide in gruppi

una parte  divora prodotti alimentari

un altra vegeta a causa di tranquillanti o psicofarmaci

e sente il suono indistinto che si trasforma in mantra
ipnotico

una parte di umanita’ che si definisce “liberata” e viene mostrata alla popolazione rivale come si mostra alla preda lo specchio per le allodole

da loro proviene un grido di esaltazione
come prodromo sacrificale

consumo
diritti
liberta’

come da una bottiglia di spumante appena stappato fuori esce il suo liquido cosi questa umanita esaltata corre in direzione del bicchiere per essere bevuta nel giorno del suo sacrificio

tutto questo nn e’ progetto ma guerra e tecnica di guerra

un  urlo di dolore
nn diffuso da device tecnologici
si puo avvertire solo in certi luoghi geografici decentrati
e’ il grido della natura
degli animali sopravissuti e di uomini donne e bambini

che vivono ancora nn si sa come sia ancora possiible
aderenti al ciclo naturale della vita

questa e’ la civilta’

utopia pagata a suon di urla di follia a di dolore

ma alla fine di queste urla

quale sara’ il progetto
?