Select Page

Questa mattina ho assistito a questo

davanti al mio atelier

protagonisti due fruttivendoli o besagnini

una cane

un ragazzo sardo

astanti le persone che comprano in questa piazzetta delle mostruosità

il cane di proprietà di un besagnino morde alla caviglia il ragazzo sardo

forse

reo di essere vestito in modo libero nn alla moda barba lunga e col suo zaino

in spalla

in giro per il mondo nn un panka bestia ma un essere libero

questi giustamente per il dolore urla il cane mi ha morso

entra in scena la bieca verduraia moglie del primo

che prende il cane e in tutta fretta lo nasconde nel negozio

azione compiuta con una destrezza degna di un topo

fulminea e mimetica

dicendo al ragazzo ma cosa vuoi ? fai della strada che e’ meglio

ma come?

lei cosi sempre gentile e sorridente con i clienti con i quali spesso parla di calcio

e di questo mondo cosi mostruoso


lui il ragazzo gli dice il cane mi ha morso nn mi dici nemmeno come stai?

esce il marito e le dice fai della strada che ti conviene

entra in gioco il secondo verduraio

urlando ho visto io tutto

tu hai preso a calci il cane ed e’ per questo che ti ha morso

(nn e’ vero ho visto come sono andate le cose)

ora ti chiamo la polizia dice la moglie

e il marito dice vattene e’ meglio per te facendo il segno con le mani delle botte
questo spaventato se ne va

allora iniziano a dire ai clienti che quel sardo aveva preso a calci il cane per questo lo ha morso
questi andarono su tutte le furie
salta fuori una donna
ma nn e’ quello che suona e chiede l elemosina ora lo dico in giro cosi nessuno gli dara’ piu niente

bravo gli dice il primo verduraio
devono morire di fame persone cosi

nn e’ vero devono morire di fame persone cosi

devono morire di fame persone cosi