Select Page

Elsa Agalbato
legge:

Bel-Ami

di Guy de Maupassant

introduzione di Massimo Raffaeli

Tecnico del suono Carlo Cursi

a cura di Anna Antonelli e Fabiana Carobolante

qui il folder dei link

delle puntate

http://depositfiles.com/en/folders/7P1W650I2

compresse in rar

Mp3

Incrediible come la mordenita’ sia gia in atto nella Parigi del 19 sec

certo era un esperienza un esperimeto

una mostruosa sensazione da giocatore di poker

con gia la pistola alla tempia

ma come nn poteva

una societa’ cosi malata nn fare proseliti nel mondo

?

la malattia e la deformazione

deviazione e’ sempre stata la calamita

per la follia dell umanita’

sostenuta per interesse e corruzione del potere

che la regola e amministra la truffa organizzata

le borse e i mercati finaziari furono inventati in quegli anni

ecco qui un protagonista

di ieri o di oggi

un perdente un disperato

misteriosamente diventa un eroe

un bravo ragazzo

per i liberisti del presente

dimenticando che il pianeta n si puo barattare e/o ipotecare

per un pranzo di gala

il sesso senza piacere con donne prive di materia grigia

e l inebriante sensazione di essere potenti

nello  stretto giro di pochi centinaia di metri

dalle loro suole

man mano che la storia procedera’

verso la redenzione

sara’ solo il simbolo di un epoca da dimenticare

e archivare o usare da come esempio negativo

di tipi umani

mostruosi nn meno dei nazisti

le loro morti sono visibili e giustamente  amplificate

le morti dei Bel Ami pari di numero

sono nascoste dietro

merletti e speculazioni da codice penale

buffo che la storia ha voluto archiviare quei gg

come

belle epoche

questo la dice lunga sulla morale di chi scrive la storia

in questi gg

http://a4.vox.com/6a00c2252901c88e1d00e398b9ebcc0004-500pi

i