Archive for April, 2006

‘ DEDICATA, DONATA, CONSEGNATA ‘ – Arte cristiana contemporanea.

Saturday, April 29th, 2006

COMUNICATO STAMPA

Progetto Espositivo : Arte cristiana contemporanea.

‘DEDICATA, DONATA, CONSEGNATA ’


Testo di Andrea B Del Guercio

FACOLTA’ TEOLOGICA DELL’ITALIA SETTENTRIONALE
Milano
A cura di Andrea B. Del Guercio

dal 6 Maggio al 20 Giugno 2006 orario 9,30-12,30 /14,30-18,30 Lunedi chiuso

DIOCESI DI AOSTA REGIONE VALLE D’AOSTA
ASSESSORATO ALLA CULTURA

CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA
Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici Dipartimento Arti e Antropologia del Sacro

dal 6 Maggio al 20 Giugno 2006 orario 9,30-12,30 /14,30-18,30 Lunedi chiuso

Percorso espositivo ed inaugurazioni.

Museo del Tesoro della Cattedrale.
Inaugurazione alle ore 10,00 di Sabato 6 Maggio fino al 20 Giugno 2006
Claudio Costa, Alex Guazzetti, Antonio Paradiso, Sergio Alberti, Mike Meyke

Priorato e Chiostro di Sant’Orso.
Inaugurazione alle ore 11,00 di Sabato 6 Maggio
Roberto Priod, Italo Chiodi, Adriano Altamira, Marco Pellizzola, Alex Guazzetti
Scriptorium Grandi Libri d’Artista per Sant’Orso.
Mario Benedetti, Barbara Giorgis, Mauro Marcenaro, Angela Occhipinti, Adele Prosdocimi, Antonio Spanedda, Siria Bertorelli, Paolo Quattrone, Elena De Prezzo, Carmine Sabatella, Paola Piazza, Fausto Migneco, Stella Degradi, Silvia Tamburrelli, Camilla Marinoni, Susanna Roda, Giuditta Margnelli, Mariella Provera, Heara Lee, Chiara Pozzi, Maria Valentinis, …..

Chiesa di San Lorenzo.
Inaugurazione alle ore 12,00 di Sabato 6 Maggio 2006
Pala dedicata a San Grato di William Xerra,
Pala dedicata al Vescovo Gallo di Renata Boero,
Pala dedicata al Vescovo Agnello di Francesco Correggia,
Pala dedicata a San Lorenzo di Stefano Pizzi,
‘Maria Vergine Incoronata’ di Clara Brasca,
Via Crucis di Paola Piazza, Fausto Migneco, Stella Degradi, Silvia Tamburelli,
Via Crucis XV ° di Franco Marrocco,
Altare di Alberto Gianfreda,Ambone di Paolo Quattrone,
Croce Astile e Fonte Battesimale di Sergio Alberti

Pila, Chiesa dedicata a Santo Stefano.
Inaugurazione alle ore 17,00 di Venerdì 5 Maggio 2006
Il ‘colore e la parola’ di Francesco Correggia.

Convegno di studi e comunicazioni
‘ARTE CRISTIANA CONTEMPORANEA’
Lunedì 29 Maggio 2006 ore 15,00 presso …………………..
Presiede Sua Eccellenza…………….. Il Vescovo di Aosta
Introduzione del prof. Rivolen Direttore Settore Biblioteche della Regione Valle d’Aosta Prof.Altamira, prof.A. B. Del Guercio,Prof. Arch. M.Premoli, dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Prof.Arch. Luigi Spinelli del Politecnico di Milano, Prof.Don Giovanni Trabucco della Facoltà Teologica,
Conclusioni di Mons.Pierangelo Sequeri della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale.

DIOCESI DI AOSTA – REGIONE VALLE D’AOSTA
Sotto l’alto patrocinio della
Conferenza Episcopale Italiana – Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA
Dipartimento Arti e Antropologia del Sacro
Milano

FACOLTA’ TEOLOGICA DELL’ITALIA SETTENTRIONALE
Milano
COMUNICATO STAMPA
Progetto Espositivo Generale
ARTE CRISTIANA CONTEMPORANEA
A cura di Andrea B. Del Guercio
Dipartimento Arti e Antropologia del Sacro dell’Accademia di Belle Arti di Brera Milano.
 HYPERLINK “mailto:artesacra@accademiadibrera.milano.it” artesacra@accademiadibrera.milano.it

Le chiese e le sedi espositive, i siti oggetto di ricerca e di elaborazione e progettazione sono riferiti alla Diocesi di Aosta, alla Diocesi di Bergamo, alla Diocesi di Ivrea, all’Arcidiocesi di Milano, alla Diocesi di Piacenza, al Patriarcato di Venezia.

Arte Cristiana Contemporanea è nella Storia dell’Arte Sacra dell’ultimo secolo, il più grande progetto espositivo, editoriale e di progettazione, di elaborazione teorico-critica e di creatività artistica, di aggiornamento estetico dell’aula liturgica, di riconversione del patrimonio edilizio ecclesiastico, sia antico sia contemporaneo, e delle sue relazioni nel tessuto urbano e nel territorio.
Arte Cristiana Contemporanea tenta il riesame e l’interpretazione del patrimonio conservato ed espresso dalle grandi Basiliche alle Chiese di periferia, dalle parrocchie dei centri storici e agli oratori di campagna, dai musei d’arte sacra alle biblioteche agli archivi parrocchiali.
Arte Cristiana Contemporanea studia e rielabora il sistema iconografico, dalla Via Crucis alla pala d’altare, interpreta il patrimonio e l’esperienza della devozione popolare, indaga e ridisegna il complesso sistema strumentale della liturgia, dall’altare all’ambone.
Arte Cristiana Contemporanea racchiude l’attività di indagine teorica svolta dai docenti del Dipartimento di Arti e Antropologia del Sacro e rappresenta i valori della ricerca espressiva condotti dagli artisti-docenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera.
ll Progetto si fonda sulla ricerca di un rapporto stretto e di confronto tra lo spazio sacro, luogo liturgico ed esperienza di fede, e la creazione artistica, dove essa risponde ai valori di contemporaneità, sia nelle fasi di progettazione che di collocazione; non si tratta di un ennesimo progetto espositivo, ma di un desiderio di confronto con il patrimonio iconografico, teologico e liturgico racchiuso nell’edificio sacro, dalla Chiesa alla Cappella, dall’Altare all’Abside, dal Sagrato al Fonte Battesimale, dalle Pale d’Altare agli oggetti liturgici.
In questo quadro le diverse Diocesi hanno indicato ed attribuito al Progetto e quindi alla ricerca artistica Sedi Consacrate al Culto ma anche sedi storiche per essere riportate, anche temporaneamente, alla valenza del Sacro; In questo quadro particolare il progetto può essere operativo in relazione ad edifici storici e caratterizzati dal patrimonio ecclesiastico storico, in rapporto e in relazione a Chiese edificate in epoca moderna e contemporanea per le quali si auspica un intervento di adeguamento estetico e liturgico; le due ipotesi ambientali possono positivamente integrarsi all’interno della stessa Diocesi
Relazione di metodo.Il progetto prevede distinti ed autonomi interventi espressivi tra le diverse sedi ecclesiastiche individuate dalle rispettive diocesi; ogni Vescovo titolare di Diocesi o il suo delegato, è intervenuto suggerendo più specifiche tematiche pastorali e particolari necessità liturgiche, di devozione popolare e quant’altro si intenda utile per arricchire di valore spirituale la fase artistica e i rapporti di fruizione. Le opere avranno collocazione secondo il periodo stabilito dal progetto; solo successivamente la singola Diocesi e la singola Parrocchia potranno definire, realizzare ed istallare soluzioni a carattere permanente.
Arte Sacra Contemporanea Il progetto prevede il più ampio margine di interdisciplinarietà linguistico- visiva nonché l’impiego delle più recenti tecnologie accanto alle tecniche espressive della tradizione. Gli artisti sono intervenuti in relazione a precise indicazioni di contenuto, sovramenzionate, nonche tecnichè di collocazione nello spazio, ed hanno correttamente rispettato ed interagito con le funzioni liturgiche previste dall’edificio consacrato e di ricerca spirituale individuale. A tal fine gli artisti hanno lavorato su un’ampia documentazione, sul materiale teorico e d’informazione predisposto per ogni sito espositivo ed hanno lavorato in un confronto attivo e di approfondimento con i Docenti in Teologia, Liturgia, Iconografia e Letteratura Biblica, Antropologia e Religiosità Popolare.
Un volume analizza e interpreta, raccoglie l’intero sistema iconografico e di progettazione e ne documenta la collocazione e l’interferenza nello spazio sacro e nella fruizione liturgica.

l arte del presente è il mercato totale

Thursday, April 27th, 2006

ogni cosa è collegata col suo tempo l arte in un modo ancora piu stretto
il rischio è di essere anticipato nel proprio tempo
il segreto sarebbe quello di gestire i prodotti
e avere la conoscenza di farli vedere al momento giusto
ricordare Picasso che ha tenuto il suo Mademoiselle di Avignone
per 6 anni appoggiato al rovescio contro il muro

nn intendo dire di influenzare il ciclo creativo ma di intervenire razionalmente dopo

la velocità con cui il marketing procede è incredibile
gli artisti stessi e nn le opere sono in vendita
e saper gestire i propri lavori potrebbe bypassare il momento
dell oblio

farsi delle creme di bellezza in casa è facile

Monday, April 24th, 2006

Ho trovato dopo molti giri e rigiri nei siti Usa
dei consigli per farsi delle creme di bellezza fatte in casa con poca spesa
partendo dai compenenti base reperibili facilmente
ad un 1/10 del costo dei prodotti cosmetici usando prodotti noti e freschi
sono creme lozioni gel a base
di vitamina E -C , A al Licopene

DMAE crema o gel
Coenzima Q10 crema

se siete interessati scirivete

nn desidero pubblicare quest info
online
ma se scrivete vi invio qualche dritta
gratis

se volete inviare via Pay Pal un offerta a favore dei bambini poveri
la cosa mi fara ancora piu piacere

il sole e il camminare

Tuesday, April 18th, 2006

nn ce come il sole e il camminare che fa muovere tutte le idee
la ragione ha il primato su ogni funzione umana la sua forza piega ogni cosa sensibile e spirituale

nn fare mai scender eil sole dalla tua mente ecco cosa ti posso dire
che quella luce nn sia mai affuscata mai distratta
il mondo attorno sembra costruito per distrarre
se desideri qualcosa e la desideri veramente tutto quello che devi fare è pensare
e volere
poi il lavoro da fare è tutto in discesa
un azione magica

le cose si piegeranno al tuo desiderio la teoria dei quanti

sofri ha detto cose che approvo

Sunday, April 16th, 2006

sofri ha detto

cose che approvo

e spero che molti approvino queste idee
e lascino stare per un momento posizioni
lontane dalla verità

il centrosinistra ha deluso

ora da qui si puo ragionare

Friday, April 14th, 2006

Che cosa sia che bolle per il momento nn desidero saperlo
anzi che rimanga a bollire a fuoco lento per il momento aspetto tempi migliori
e l appetito è una cosa per bonzi se il menù rimane sempre lo stesso

si dice che Lewis Carroll scrisse la sua famosa Alice
stando a digiuno e sorseggiando un po di sherry
quell viaggio dionisiaco ne restituisce il profumo

nn vedo piu sciabole sguainate e/o denti bianchi-gialli
di rabbia tutto ora si è acquietato
meno male ….il setaccio dalle maglie strette ha riversato
quello che doveva passare il resto o lo scarto sarà conservato per la prossima promessa
di tempi migliori
il prezioso lievito di sottomarca a prezzi di liquidazione
ha dato i suoi frutti e bravo lievito
ogni attore sarà ricompensato con del lavoro in piu
ma poco retribuito

qualcosa bolle in pentola
nn ce premura di sapere cosa

sono diventato vegetariano crudista
nn mi importa piu di cosa bolle in pentola

buon appetito

il pastore solitario

Thursday, April 13th, 2006

è molto strano credere a quello che si vede
è molto strano pensare che inq uest epoca di tecnologia
dei semplici biglietti scritti a macchina potessero
scandire il ritmo di cosa nostra
eppure cosi pare

il divieto è insormontabile
bisogna credere
mi sembra di vedere un comics dei Simpson
la stessa regia e sceneggiatura
se nn fosse che si trattasse anche di un omicida riderei
nn ci si puo credere il ricercato numero uno
senza telefono cell senza tv
senza le tecnologia che a quanto pare i piu grandi manager della terra nn possono fare a meno e lui
solo in mezzo al niente a tenere le fila della spietata mafia mondiale

sarò un visionario

ma nn credo a tutto questo

ma se è cosi vuole dire che la mafia nn esiste piu
evviva è morto il suo re
evviva

lui come saddam o come bil laden
in una grotta con le capre locali
al buio sporchi e cattivi

ma sarà veramente cosi?

ma come hanno fatto dei pecorai a mettere a ferro e fuoco il mondo?

inizio delle riprese

Sunday, April 9th, 2006

la comunicazione di servizio
informa che le riprese
del video corto lungo ecc ecc
iniziano ufficialmente il giorno 12-04-06

il nome del progetto

URANIO

LE COSE CHE SI MUOVONO INTERNAMENTE

i clip saranno messi in linea
nel video blog

la bellezza e il passato

Sunday, April 9th, 2006

sto leggendo per la seconda volta lord jim

di conrard

ha un attualità il suo descrivere …

l umanità di allora che mi fa pensare che nn è cambiato molto
il colonialismo in fondo fu interrotto solamente dal nazismo
nn che questi era un oppositore ma per combatterlo dovettero interrompere
le civili operazioni

che poi furono riprese a tutto spiano subito dopo
ora il suo nome ufficiale è Libero Mercato

nn lo indico come il diavolo in terra
per carità l umanità ha il diritto di scegliere quello che desidera
ci mancherebbe
cosi
il mondo si dirige in tutta fretta ad un suo appuntamento
nn so perchè o quale sia
ma la sua velocità nn puo far pensare
ad altro che ad un appuntamento con una tartaruga di plastica

chissa se riuscirà a superare la tartaruga
ercole nn ci riusci la dimostrazione è scentifica

Escatologia cinofila

Friday, April 7th, 2006

riporto una mail dell amico A. Leale

Escatologia cinofila

Un uomo camminava per una strada con il suo cane. Si godeva il paesaggio,
quando ad un tratto si rese conto di essere morto.
Si ricordò di quando stava morendo e che il cane che gli camminava al
fianco era morto da anni. Si chiese dove li portava quella strada.
Dopo un poco giunsero a un alto muro bianco che costeggiava la strada e che
sembrava di marmo.
In cima a una collina s’interrompeva in un alto arco che brillava alla luce del sole.
Quando vi fu davanti, vide che l’arco era chiuso da un cancello che sembrava di madreperla e che la strada che portava al cancello sembrava di oro puro.
Con il cane s’incammino verso il cancello, dove a un lato c’era un uomo
seduto a una scrivania.
Arrivato davanti a lui, gli chiese: – Scusi, dove siamo?
Questo è il Paradiso, signore, – rispose l’uomo.
Uao! E non si potrebbe avere un po’ d’acqua?
Certo, signore. Entri pure, dentro ho dell’acqua ghiacciata.
L’uomo fece un gesto e il cancello si aprì.
Non può entrare anche il mio amico? – disse il viaggiatore indicando il
suo cane.
Mi spiace, signore, ma gli animali non li accettiamo.
L’uomo pensò un istante, poi fece dietro front e tornò in strada con il suo
cane.
Dopo un’altra lunga camminata, giunse in cima a un’altra collina in una
strada sporca che portava all’ingresso di una fattoria, un cancello che
sembrava non essere mai stato chiuso.

Non c’erano recinzioni di sorta.
Avvicinandosi all’ingresso, vide un uomo che leggeva un libro seduto contro
un albero.
Mi scusi, – chiese. – Non avrebbe un po’ d’acqua?
Sì, certo. Laggiù c’è una pompa, entri pure.
E il mio amico qui? – disse lui, indicando il cane.
Vicino alla pompa dovrebbe esserci una ciotola.
Attraversarono l’ingresso ed effettivamente poco più in là c’era
un’antiquata pompa a mano, con a fianco una ciotola.

Il viaggiatore riempì la ciotola e diede una lunga sorsata, poi la offrì al
cane. Continuarono così finché non furono sazi, poi tornarono dall’uomo
seduto all’albero.

Come si chiama questo posto? – chiese il viaggiatore.
Questo è il Paradiso.

Be’, non è chiaro. Laggiù in fondo alla strada uno mi ha detto che era
quello, il Paradiso.
Ah, vuol dire quel posto con la strada d’oro e la cancellata di
madreperla?
No, quello è l’Inferno.
E non vi secca che usino il vostro nome?

No, ci fa comodo che selezionino quelli che per convenienza lasciano
perdere i loro migliori amici.

la musa è ispiratrice di ogni arte

Friday, April 7th, 2006

ieri è arrivata inespettata
una lei che nn conoscevo
era una musa
entrò nell atelier che ho lungo la strada
un ex macelleria a volte si fermano persone a guardare

ma ieri è arrivata una ragazza speciale
mi ha fatto molte domande ha voluto guardare tutti i quadri
mi ha chiesto ma tu nn usi modelle ?

io dissi

a volte ma in modo estemporaneo
quando viaggio in treno o in bus disegno visi che mi incuriosiscono
che mi attirano ossia questi sono i visi delle mie modelle o muse
che poi riverso nei miei lavori di pittura che sono cmq nn figurativi

lei mi dice posso farti da musa ora qui
????

la cosa mi ha colpito perche era col suo fidanzato
ma gli dissi certo se vuoi posso fare due disegni
le conoscenze nuove stimolano
e insieme creano una tensione erotica
un esplosione di ormoni

cosi lei dice al suo amico-fidanzato di tornare tra un ora
si siede nel divano mi dice che se desidero che si splogli
di chiudere la porta

dopo un ora lei si rivesti e usci

nn era della mia città nn gli chiesi il nome
e forse nn lo disse

la musa è l ispiratrice di ogni arte
mi capitò un altra volta alcuni anni fa
queste cose sono molto importanti regalano
molta energia e fanno pensare ad un mondo
diverso e possibile senza tabu e paure
domani posterò
i lavori che ho finito con lei come astante

la poesia è un corpo di donna

i lecca culo o i lacchè

Thursday, April 6th, 2006

certo il lavoro è lavoro

ma quando questo si risolve nel leccare culi credo si debba definirlo diversamente

i Lacchè

i sempre pronti a scrivere qualcosa di suggerito

oggi qui nel ns paese si stanno mobilitando fiumi di lacchè
quelli che dopo il 11 -04
andranno col capello in mano a chiedere l elemosina
come al tempo del feudalesimo
come al tempo dei mafiosi

forse la risposta che riscuoteranno sarà

nessuno ti ha chiesto di leccare
ma almeno ti eri lavato la bocca

Statistiche e pensieri

Wednesday, April 5th, 2006

STATISTICS

Results of New CDC Study . ..

Doctors:

(A) The number of doctors in the US is 700,000

(B) Accidental deaths caused by physicians per year are 120,000

(C) Accidental deaths per physician is 17.14%

Statistics courtesy of the US Dept. of Health & Human Services

Guns:

(A) The number of gun owners in the US is 80,000,000 (yes that’s 80
million)
(B) The number of accidental gun deaths per year, all age groups, is
1,500.

(C) The number of accidental deaths per gun owner is 0.0018!

Statistics courtesy of the FBI

So statistically, doctors are approximately 9,000 times more dangerous
than
gun owners.

FACT: NOT EVERYONE HAS A GUN, BUT ALMOST EVERYONE HAS A DOCTOR.

Please alert your friends to this alarming threat. We should ban doctors
before this gets completely out of hand!

Remember, guns don’t kill people, doctors do.

**************************************************

Out of concern for the public at large, I have withheld statistics on
lawyers for fear the shock would cause people to panic and seek medical
attention

La pittura

Monday, April 3rd, 2006

In altre parole la pittura sarebbe quella cosa che descrivendo il carattere proprio
dell autore insieme al suo sentimento generale si fa carico all interno di un periodo storico
di essere un unico e grande documento che costituirà l immagine nitida
e inconfutabile dell inconscio collettivo dell umanità all interno di quel periodo storico

le opere si somigliano anche se prodotte in luoghi geografici opposti
e questa potrebbe essere la prova dell inconscio collettivo

qualche tempo fa un artista (?)
mi dice che lui vuole rimanere inconsapevole per paura di nn poter piu produrre opere
ossia Lui nn gradiva conoscere questo o altro a riguardo la pittura ma invece
desidera tirare dritto per paura di nn essere piu in grado di dipingere
qualora i meccanismi che regolano il comportamento della scimmia umana
gli venissero svelati
quando ne parlai con un professore di storia dell arte del Brera di Milano
mi disse ma chi è quest idiota?