Archive for February, 2006

SIGGRAPH 2005

Monday, February 27th, 2006

allora per chi volesse vedere e sentire in lingua inglese
l intera conferenza annuale di C.G. computer grafica
e tecniche interattive

qui scarichi questo file

Pc winxp

Mac OX

sono flie Zip poi li apri in una cartella xyz
lanci l eseguibile—- SIGGRAPH2005.exe
necessario il player Quicktime di Apple

si scarica gratuitamente
ho acquistato la versione pro per Winxp di questo player
adotta il codec H.264 di incredibile potenza sia in rete o in wireless
o in dvd release

si accede trammite il login

username : siggraph_2005
pass : siggraph

si possono sentire e vedere lucidi e filmati su molti argomenti
relativi alla C.G.
ho notato il gran numero di relatori Cinesi-Coreani
be allora nn e’ proprio vero che in Asia si producono solo delle merci
inutile dire che nessun italiano e’ invitato

grande dolore per me vedere cosi indietro il ns paese
e sentire nei media una grande presunzione nn si capisce di che
vorrei aggiungere ancora qualcosa ma meglio di no
nn verrei compreso anzi frainteso

cmq buona visione
lo sto seguendo ci sono piu di 300 relazioni

buon

SIGGRAPH 2005

il Santi che parlano ma nn fanno

Saturday, February 25th, 2006

So che la cosa piu difficile e’ quella di comprendere l altro

nella vita reale qualche strumento in piu a disposizione l’ abbiamo

l esperienza sentire la voce vedere la persona nel suo insieme

qui nella rete il giudizio e’ difficile

so quante volte mi e’ accaduto di dare dei giudizi frettolosi su altre persone

e so quanto poi mi sono sentito stupido per questo

il mio desiderio qui sarebbe quello di parlare liberamente

e questo nn vuole dire di fare quello che voglio

e tanto meno dire a caso e sparare a zero su tutti

ma vorrei comunicare il mio disagio quando nn riesco ad essere compreso o

frainteso

il mio desiderio primo nella vita e’ quello di lavorare e contribuire ad un mondo diverso

da quello che noi tutti conosciamo alleggerito dai dolori e dalla ingiustizie

ma so che per questo bisogna saper fare a meno di mille luoghi comuni

ossia fare della pulizia dell apparato barocco che ci circonda

orpelli da ogni parte simboli che dicono tutti la stessa cosa io sono buono

questo deve essere chiaro nn muovo un dito per nessuno

astrattamente sono dalla parte di chi soffre ma nella

realta’ il mio modo di vivere nn si discosta di un millimetro dalla media

del mondo occ

ma siamo tutti sicuri che per essere buoni basta vestirsi da santi

o sarebbe meglio mettere in pratica degli atteggiamenti ?

le elezioni

Thursday, February 23rd, 2006

queste elezioni saranno
lo sparti acque tra il passato e il futuro dell Italia

tutto dovrà cambiare tutto sarà diverso
chiunque sarà al governo avrà come responsabilità da oggi fino al 2011
di portare questa nazione cosi arretrata
nell era del post industriale

il meccanismo con il quale l Italia si e’ trascinata per 60 anni e’ logoro
finito improponibile

i politici di entrambi le parti sono per il 60 %
incapaci di pensare in modo nuovo questo mi fa paura
se nulla cambierà dovrò per forza andare a vivere fuori dall Italia
il mio dolore e’ grande
dover emigrare
quando ce ancora qualcuno che crede che l Italia sia un punto di riferimento per il 3 mondo
ma vogliamo raccontarci delle favole?
l italia e’ in larga misura lei stessa 3 mondo
l India d Europa

senza offendere l’ India
che sta esprimendo in questi anni una classe dirigente da far invidia
ai paesi più industrializzati

Cara Italia sei in mano dei moralisti
dei perbenisti
dei ben pensanti dei buonisti
dei qualunquisti
dei parolai
ma ormai nulla di solido in te
i capaci devono scappare perche’ derisi

ma quando vorresti voltare pagina?

la mia generazione e’ ancora al palo ad aspettare che gli 80 enni vadano in pensione
quando potrò
io che so
apportare alla mia nazione il mio sapere fino a che nn sia anch esso antico

à l’ombre des jeunes filles en fleur

Tuesday, February 14th, 2006

à l’ombre des jeunes filles en fleur
ils ne vont pas croire aux malheurs
elles écoutent la radio, elles boivent du thé
au degré zéro de la liberté
Ils ne savent pas que la bourgeoisie
n’a jamais hésité mémé à tuer ses fils.

l amico Marco Pantani

Tuesday, February 14th, 2006

pantani

cosi io ti ricordo

qui tu sei nel 98

ancora libero e puro

nn sapevi che erano quelli che piu ti erano vicino
sarebbero stati i tuoi boia

cosi candidi cosi da potersi indignare prontamente quando devono distruggere
qualcuno loro che vivono e amministrano un mondo cosi lordo quello dello sport che e’ uno dei tanti
racket tra i grandi e piccoli che insieme formano la struttura integrale della societa’
il collettivo dell-unita’ e dell armonia al completo

ora dove sei tu
finalmente potrai essere quello che desideri
nn un pirata ma un uomo

che si domanda
si chiede perche io scelto due volte
estratto due volte una volta esaltato una volta sacrificato

perche ?

qui sotto lo strumento
di tortura continua a lavorare
indisturbato
i ns giovano hanno da pensare ad altro
ai loro aperitivi ai loro sex pride
come se il sesso lo avessero inventato ieri
nn chiedono di essere felici
ma chiedono di essere ricchi e infelici
tanto rimarranno sfruttati e poveri
nn ti eri accorto che l ufficio preposto a distruggere quello che si crea era alla porta
accanto a quello nel quale tu sei entrato il giorno del tuo primo contratto
nn ti eri curato di osservare quella figura di reduce che usciva
dall altro ufficio
li conservano tutte le prove della tua colpevolezza
tutti i numeri di telefono da fare tutte le immagini da distribuire
tutti i sogni da distruggere
tutti i tuoi segreti

un saluto e un abbraccio
ciao

Marco

amico dei pomeriggi di sogno e potenza
di velocita e fatica

quell italia simbolicamente e morta insieme a te
tu sei stato l ultimo eroe
l ultimo stralcio di una storia millenaria
da domandarsi come sia stato ancora possibile

ora nn potresti riconoscerla
e’ un ammasso di orrore e menefreghismo
di demenza + idiozia
condita da cattiveria
che si chiama ignoranza
una nazione a brandelli
il si salvi chi puo
nn gridato dal capitano ma dai marinai
suona come un naufragio incustodito
progettato e sperato.

olimpiadi del nulla

Monday, February 13th, 2006

inaurazione

forse questa olimpiade segna per l Italia
il punto più basso che una nazione poteva toccare
i luoghi comuni si sprecano

l efficenza della macchina organizzativa che stritola ogni segnale di disagio
delle popolazioni
l insistenza da parte di tutti nel dire che quest evento sarà il trampolino di lancio della nazione
ma scusate quale sarebbe questo trampolino?
forse quello dell ordine e della disciplina?

l Italia segna ancora una volta il suo inadeguato
e antiquato pensiero
di nazione vecchia e a corto di idee
ma come al solito
il carrozzone della bontà e’ al completo
ma chi può ancora credere in buona fede a cose del genere?

l Europa nn può continuare a fare feste dislocando risorse
e milioni di euro in giro per le città europee
oggi qui domani li
promettere sviluppo
e pace
quando all orizzonte ce recessione e guerra

l olimpiadi dovrebbero essere una festa ora e qui
dove qui e’ il mondo

quotidianita

nn posso che biasimare
questa scandalosa esibizione del nulla

prepararsi significa continuare a ricercare

Sunday, February 12th, 2006

Credo che ci siano dei momenti
abbastanza lunghi nei quali
si ha la sensazione di nn combinare nulla anzi si e’ convinti di arretrare nei confronti del presente
in questi momenti sono come ad un pit stop mi sto caricando di immagini di colori
volendo paragonare questo meccanismo al ns PC potrei dire che la CPU e’ impegnata al 100 x 100
in altre mansioni
tipo scaricare tutto quello che si vede in una cartella
suoni
colori
immagini
sensazioni
il PC e’ bloccato sono in coda altri script
ma nn sono ancora eseguiti
basta attendere mi dico ma questo momento sembra nn finire
mai
cosi ho la sensazione che le cose mi stiano superando
quello che fin a ieri consideravo vecchio esteticamente diventa irraggiungibile
io mi appesantisco e’ già accaduto diverse volte ma questa volta questa operazione la sento
molto lunga devo capire perché
da cosa dipende
forse dovrò cambiare la CPU
o forse solamente smettere di fumare
forse la seconda

Performance alcuni spunti scritti

Wednesday, February 8th, 2006

il gatto + Marx= ?

Mi sono prefisso di pubblicare sul blog e sul sito
la spiegazione che e” mancata venerdì e domenica
sul sito www.redenzione.net
c’e gia’ il video nuovo
cerco di montare una piccola animazione flash che possa spiegare meglio
il mio progetto lo stesso che porto avanti nell atelier

Il mito della redenzione

cosa ci facevano Marx e il gatto di Schrodinger insieme nella performance?
il gatto nn c’era nella scatola ma era sostituito dall umanità’ “redenta”
ho preso come simbolo di questa il ritratto di Marx che ha teorizato
la redenzione umana
il colpo di pistola sparato al gatto viene paragonato
alla pressione del libero mercato
che col suo procedere sta mettendo a rischio il futuro dell umanita e della natura

nn era il gatto che poteva morire o no
ma il pianeta terra con i suoi abitanti

nessuno può sapere ancora cosa accadrà
nel futuro

io prendo in considerazione nel video il mondo liberato e redento
dalla presente
finalità senza scopo

il video racconta un mondo gia nel dopo storia
le immagini che ho chiesto
sono diventate l immagine dell redenzione

RIEN FAIRE,
COMME UNE BETE
(frase che era scritta sull immagine di marx)

l umanità nn sarà più interessata e in gara
e davanti l obbiettivo provera’ indifferenza

e continuera’ a vivere la propria vita
senza vederla piu offesa perche senza scopo

inedita e’ stata un iniziativa meeting in piena regola

Sunday, February 5th, 2006

una meeting art action
molti amici
che si sono potuti vedere in viso
veramente tutti pieni di energia
in questi giorni chiedero’ i loro estremi
Net al grande Andrea Beggi
cmq mi riprometto
di linkare una pagina o un video che sia esaustivo
nella sua funzione di metafora
a qualcos altro

e in quanto altro nn si puo ancora conoscere

ciao a tutti
alla prossima

il video della performance

della performance “Gatto di Schrodinger2″

“Gatto di Schrodinger2″

Friday, February 3rd, 2006

il video della performance

della performance “Gatto di Schrodinger2″

ciao

ieri
ho portato il video lo vedi
su
www.redenzione.net
le vs immagini le ho lasciate come titoli di coda
anonime solitarie
astratte
classiche

diverse da voi, ora

l umanità

liberata ogni prestazione e lasciata a se nn può che
essere poesia

ora il nn guardare appare come una nn curanza
verso obbiettivo che invece richiede a se tutta l attenzione

la societa’ emancipata (dalle regole di produzione)
ritorna preistoria ossia innocente
ma nessuno potra’ mai piu’
soggiogarla

la redenzione

ciao
e grazie della vs collaborazione