Archive for October, 2005

incontrarsi

Monday, October 31st, 2005

Sono tempi che ri- incontro delle persone
forse la casualità
ci ha aiutati

essere ancora vivi e avere voglia di dimenticare e ricucire
cosa importa se ieri nnci siamo capiti
ed entrambi volevamo dire le stesse cose
ma nn ci siamo intesi
e anche se nn erano identiche cosa importa

oggi possiamo trovare un modo per ri-iniziare
e stare in contatto
dimenticarci le regole che vorrebbero
tenerci distanti per mille sfumature

il mondo si collega lo vedo
nelle piccole cose
nelle piccole cose
A.K.A. Bob Desnos

concentrarsi

Saturday, October 29th, 2005

ogni volta che un periodo storico cessa di essere
insieme ad esso crolla anche lo stile che lo supportava

lo stile è potere sociale
e ogni volta che il mercato si rigenera, promuove nuove merci e
ricchezze, e con esse nuovi stili

la concentrazione nell’arte vorrebbe cogliere questo passaggio nell’attimo in cui sta per avvenire
per appropriarsi del linguaggio e dello stile ma insinuare in essi il dubbio e la critica
che solo l’ artista sembra in grado di poter esercitare
quando testardamente richiama la natura come una ferita aperta
momento di dolorosa separazione
l’arte tramanda il mito
e ricorda che senza di esso l’ umanità si risolve solo
in una pietosa commedia dietro a cui il vacuum

Spinoza – leggevo in questi giorni – continuò per tutta la vita
il suo lavoro di ottico, fabbricare lenti
senza mai cadere nell lusinghe del mondo

S Orso

Saturday, October 29th, 2005

Sono stato invitato ad una mostra
a cura di Andrea del Guercio professore di storia dell arte Accademia del Brera Milano
la produzione di un libro di grandi dimensioni fino a 50 cm x 60 cm
su Sant’Orso vissuto nel 800 dc
un santo leggendario simile ad Edipo al quale
mentre era ancora in fasce un indovino predisse alla madre ch’egli avrebbe ucciso il padre.
Testi della Tradizione e il mio libero intervento con pittura collages
foto stampa video ecc ecc
e la collaborazione che chiederò attraverso il blog
a chi desiderasse contribuire a quest opera insieme a me.

Mana Mask

Friday, October 28th, 2005

qualche giorno fa è venuto in studio
un amico pittore
un artista genovese
Piertro Geranzani
Pietro Geranzani

oggi pensavo ma anche ieri

Friday, October 28th, 2005

Oggi
mi sentivo stranamente
senza un arto come un volatile con un ala
rotta
e zoppicante
speravo di incontrare qualcuno
nn so se si deve fare una faccia particolare per dire
hai voglia di scambiare due parole sul mondo
cosi oggi pensavo
ma anche ieri
e il giorno prima che incontrare la gente e potersi fermare
ad ascoltare dei progetti
che nn siano solo diventare altro da cio che si è
dei progetti che nnapplichino violenza su di se
ma che raccontino quello che il mondo ti porta a raccontare

il riflettore puntato su altri
senza autoreferenzialità

qui inzia il nuovo progetto Autarchia

Friday, October 28th, 2005

Nn so il perchè
ma autarchia
questa parola greca dal significato
Politica tendente alla completa autosufficienza
linguaggio potente e di speranza per la sopravvivenza
ossia fare in modo di farsi bastare
riuscire a vivere con le proprie energie e/o capacità

la sto pensando insieme ad un altra parola greca
agapè

per un corto

Monday, October 24th, 2005

E’ da tempo che sto cercando la concentrazione
o meglio la visita
aspetto di essere attraversato dalla signora poesia
aspetto la sua vestizione isuoi panni che danno
la follia del…
il motore che da l energia quella inestinguibile
pare che nn arrivi ancora
sono pronto aspetto visite
i riti che rimandano a quelle cose accadute
si può definire anche come reazione chimica
i reagenti devono essere pronti e nella miscela giusta

raccontare qualcosa e saperlo vivere
amare i personaggi e amare il mondo
dare la colpa all esterno è solo una scusa
il corto credo lo chiamerò Autarchia essere autosufficienti in un momento storico
di mancanza e privazione
solitudine psichica
contrassegnata dal atro canto da un aumento della complessità e di attrezzature per il divertimento
le città sono diventate un parco giochi a cielo aperto

una storia privata un racconto d amore
come un treno su rotaie
che corre indipendente dal mondo
ho gia comprato i biglietti
sto aspettando visite e compagnia per il viaggio

e allora

Monday, October 24th, 2005

nn posso farci nulla
nn posso dire di nn averci provato
ma le cose sono cosi
mi sta risuonando nella mente
da un po di tempo la parola
adattarsi
che è collegata a quella
farne a meno

gli amici sono scomparsi
chi veramente e chi chissa dove
e perche
allora ricostruire
una nuova esistenza
popolarla di esseri viventi di relazioni
e casualita

sto prendendo fiato
sono a 30 metri di altezza
mi tuffo
a volo d angelo
nel mare
della vita

buon giorno mondo

la realtà inamovibile

Saturday, October 22nd, 2005

L’Io è vittima di un apparenza che protegge l’ordine esistente mentre la sua essenza è gia in corso
di dissoluzione.
Questa apparenza è la realtà la ns quella storica in cui siamo immersi
le coordinate sarebero oggi quello che ieri sarebbero state
solo altre
ma sempre coordiate
l apparenza vuole condurci in un luogo
nn luogo
dove le regole gia scritte come regolamento
ci costringerebbero in strade già costruite e in luoghi gia esistenti e finti
nn si scoprirebbe nulla di noi e del mondo
ma l apparenza cosi desidera
ora infatti le città sono parchi gioco a cielo aperto
per dissimulare l orrore che sta dentro e fuori

l astenersi dal regolamento farebbe apparire la violenza
l unico vero collante della realtà