Select Page

Il sogno Libanese e’ distrutto sara per un altra volta
quanti soldi sono stati spesi in film concerti libri che si affrettavano

a dimostrare attraverso un linguaggio quanto mai improbabile che il gioco era fatto

la pace la fratellanza e la bonta’ erano gia in tasca del piu semplice individuo medio orientale

il governo libanese ha saputo aprirsi alle regole moderne e quindi alla bonta’

nulla di male quindi potra mai accadere a nessuno
anzi problemi come quelli femminili religiosi e sociali hanno trovato un epilogo virtuoso e benefico per tutti

la donna e’ felice e libera

la religione si potra professare a condiizione che nessuno debba osservare mai piu i suoi dogmi

i problemi sociali sono cose di altri tempi i super market sono gia pieni di oggetti inutili e fondi di magazzino delle soieta’

piu evolute

i cinema e i music store hanno trovato finalmente un altro luogo dove dove vendere cultura di 4 ordine spacciandola per buona

spremere soldi e ammaestrare il popolo intero
ma all improvviso
e misteriosamente
il sipario sparisce
la musica finisce
il libro e ‘ chiuso
e il proiettore spento

le merci nn superano piu la frontiera chissa che dolore
rientano in scena gli eserciti che annulando ogni misericordia
spingono piu a fondo la deratizazione

gli eserciti sostituiscono la banda di buon temponi della cultura di massa

che ora si sta godendo il meritato riposo

in qualche isola del bon ton piena di fratellanza e tolleranza

e li attendono l ordine per rintrare in scena

i popoli ora bombardati nn abbiano timori sono già pronti mille e più spettacoli di vero orrrore
e di stronzate galattiche
la massa presa in custodia dall industria culturale e’ gia pronta a scimmiottare stili di vita
che formano pseudo caratteri standard inevitabilmente li porteranno tutti in grandi centri commerciali

la cultura fascista e’ l oppio dei popoli